SENZAPIOMBO

SENZAPIOMBO recupera, smonta, sgrassa, lubrifica, lucida, calibra, compone, confronta, innesta, testa, progetta, seleziona solo i pezzi migliori.

SENZAPIOMBO rimette in corsa bici obsolete e telai solitari parcheggiati e dimenticati da un’innovazione industriale che programma l’obsolescenza in tempi sempre più brevi.

SENZAPIOMBO cerca le combinazioni per riusare i pezzi ritrovati negli archivi del rigattiere e reinserirli nella meccanica di una nuova bici.

SENZAPIOMBO è una bici; la parola stessa “bicicletta” contiene nella sua struttura il “ciclo”, processo sostenibile che ritorna periodicamente al punto d’inizio invece di dispiegarsi linearmente nel processo segmentato dall’usa e getta.

SENZAPIOMBO sono tre disadattati (…chi non lo è nell’ultimo millennio!) che convertono il loro lavorio interiore in riparazioni creative, in grado di trasmutare vecchi pezzi in bici senzapiombo, risultato di innesti imprevedibili ed irripetibili.

SENZAPIOMBO è quello che succede in un anonimo appartamento di Siracusa, dove una ciclofficina informale si mescola con le attività domestiche di un salone; si mangia, si vedono film, si chiacchera, in un contesto di telai, cerchioni e utensili di ogni genere. Il continuo contatto della vita di tutti i giorni con questo mondo, produce le idee su come progettare la prossima SENZAPIOMBO…